Musica

Spotted: Aleam (video-intervista)

Posted on in Musica

Il 5 aprile è uscito Mayday l’ep di Aleam, ragazzo classe ’98 della periferia est di Napoli.
Si tratta del primo progetto del giovane artista, che nonostante l’età ha ben chiaro il suo obiettivo: fare musica come si deve e senza chiudersi troppo in determinati generi.

Mayday è un EP che, infatti, musicalmente parlando attinge da diversi generi: cantautorato, trap e pop melodico. In questo melting pot di sonorità si aggiungono sprazzi di vita, amore e sentimenti, alcune delle tematiche affrontate all’interno dell’ep.

“In ogni brano di ‘MAYDAY’ è percettibile una mia personale presa di coscienza. Arriva il momento in cui fai il punto della situazione e capisci cosa ti condiziona in positivo e in negativo; ciò genera di conseguenza delle scelte da fare per migliorarsi. Alcune di queste non sono semplici ed è li che nasce l’esigenza di chiedere “aiuto”.
Così, quindi, ho deciso di intitolare il progetto ‘MAYDAY’ al fine di rappresentare delle situazioni di pericolo affrontate in ogni brano in maniera differente, toccando svariate sensazioni emotive.”

Abbiamo scelto di intervistarlo per approfondire il suo mondo ed il suo rapporto con la musica:

Flâneur

Dan Carrano

Article published by

Flâneur