SneakersStreetwear

NIKE ADAPT BB: LA NUOVA ERA DELLO SPORTSWEAR

Posted on in Sneakers · Streetwear

Il 15 Gennaio sul profilo Instagram  di Nike Basketball è stato pubblicato un video contenente delle reazioni di alcuni degli atleti del mondo Nba/Wnba. Il video però, non mostra effettivamente a cosa i giocatori stessero reagendo emotivamente, ma tutte queste avevano un denominatore comune: la sorpresa.  La descrizione del video ” the game will never be the same” oltre ad essere iconica, da ben l’idea dello stupore dinnanzi al prodotto che il brand di Portland ha deciso di lanciare sul mercato: ovvero il nuovo modello Adapt.

La particolarità di questa nuova creazione in casa Nike è rappresentata dalla funzione auto-allacciante della scarpa che può essere regolata in modo manuale dai tasti sulla suola, o può  essere addirittura regolata tramite un’app dal telefono.  Le scarpe presentano al loro interno un motore, che appunto regola la pressione dei lacci, ed è possibile ricaricarle su un apposito tappeto via usb. Questo, non è altro che la concretizzazione di quel primo prototipo che fu lanciato nel 2016, ma a costi molto più elevati rispetto ai 350$ imposti come prezzo di lancio del nuovo modello. Non è un caso che i testimonial scelti per questa nuova ed innovativa campagna siano stati scelti tutti i giocatori al primo o al secondo anno di Nba, o come sono chiamati in gergo rookies n sophomores, difatti Jayson Tatum, astro nascente dei Boston Celtics ha indossato nella notte fra il 16 e 17 Gennaio le  Adapt nella sfida contro i Toronto Raptors. Non si hanno ancora molti riscontri sul prodotto, ma una cosa è certa: Nike ancora una volta ha compiuto un passo in avanti nell’innovazione e nella tecnologia dei propri materiali, così da portare ancora una volta un grande innovazione nel mercato.

Studio filosofia ma non sono un filosofo. Le mie ossessioni sono basket, graffiti e Napoli. Provo a scrivere di quello che mi piace e rappare di quello che vivo. Ah, odio la Juve con tutto me stesso.

Article published by

Studio filosofia ma non sono un filosofo. Le mie ossessioni sono basket, graffiti e Napoli. Provo a scrivere di quello che mi piace e rappare di quello che vivo. Ah, odio la Juve con tutto me stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *