ArteStreetart

NAPOLI E STREET ART: IL 2018 TERMINA COL BOTTO

Posted on in Arte · Streetart

Napoli e la street art vanno sempre più d’amore e d’accordo e questo 2018 lo si potrebbe considerare come l’anno della consacrazione; perchè?
Innanzitutto nell’anno che si sta per concludere sono stati realizzati tanti murales e portati a compimento progetti più ampi come la riqualificazione artistica al Parco dei Murales e al Bronx di San Giovanni a Teduccio. Come non ricordare poi il murale di MP5, oppure Diavù nella Pignasecca, o ancora i poster di Blase, il ritratto di Ilaria Cucchi realizzato da Jorit e tanto altro.
In secondo luogo il Comune del capoluogo campano ha capito realmente le potenzialità dell’arte (street art/arte pubblica) tanto da dar vita a: Discoverving Street Art Napoli, il nuovo progetto di comunicazione istituzionale del Comune di Napoli che racconta il potenziale espressivo dell’arte di strada, svelando la realizzazione delle opere di creatività urbana che hanno valenza sociale, artistica e culturale.
In tal senso è stato poi  presentato Neapolis ReStArt in collaborazione con il MANN per portare colore (oltre che un’attenzione diversa) nel quartiere di Forcella.

Al di là dei progetti futuri però, negli ultimi mesi si state realizzate tante opere; spostandoci nell‘area nord della città, ad esempio, è possibile trovare alcune delle nuove opere di Raro, una contro il bullismo ed un’altra  in collaborazione con Biodpi raffigurante vari personaggi ed icone della storia contemporanea e non solo. Nella Sanità e a Fuorigrotta invece sono stati impegnati Nafir, FRZ e Serror.

Todos Santos – Una pallonata alle discriminazioni

Todos Santos – Una pallonata alle discriminazioniUna bellissima clip, prodotta da Deriva Film e diretta da Monica Repetto e Pietro Balla, che racconta cosa ha spinto dei giovani artisti ed attivisti a realizzare il murale in via Montagna Spaccata, nel quartiere di Pianura, che raffigura il pallone che ha caratterizzato l'infanzia di molti napoletani.Un simbolo di aggregazione, un messaggio diretto, un richiamo al valore del confronto sano, contro le discriminazioni.Questo progetto video vedrà la sua evoluzione nella prossima primavera con la realizzazione del cortometraggio "Il corpo dell'amore".#TodosSantos #ilcorpodellamore • www.derivafilm.itPatto Creatività Urbana | #creativitaurbanacomunenapoli#discoveringstreetartnaples #StreetArt #NapoliStreetArt➡ www.comune.napoli.it/streetart📷 www.instagram.com/discoveringstreetartnaples

Posted by Discovering Street Art Naples on Thursday, November 22, 2018

Tornado a parlare di potenzialità della Street Art e di Enti, un’altra menzione speciale va fatta ad EAV, già protagonista della realizzazione di alcune opere nelle stazioni della Circumvesuviana, oggi concentrata anche nelle stazione della Cumana.
Nel mese di ottobre, infatti, la stazione di Bagnoli  è diventata un punto di ritrovo per tanti artisti, come Size One, Resor, Elsa Tranchesi e non solo, i quali hanno dato vita a quella che è stata nominata ”Bagnoli Beach Station” avendola riempita di murales, richiamanti il mare. Sempre a Bagnoli, questa volta, all’esterno della stazione Bagnoli-Agnano Terme, invece, troviamo un lavoro di Zeus40; mentre, proprio in questi giorni, Fabio Petani è al lavoro nella stazione di Dazio.

Arrow
Arrow
Slider

Se questo 2018 è stato l’anno della consacrazione ci auguriamo un grande passo in avanti nel 2019, un passo in grado di ”alzare il livello” dando sempre più spazio ad artisti di ogni genere, ma anche in grado di portare nuovi artisti in città.

Daniele Carrano

Article published by

Flâneur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *