ArteStreetart

BLASE, IL PITTORE HACKER A NAPOLI

Posted on in Arte · Streetart

Passeggiando per Napoli avrete sicuramente notato dei poster inusuali, opere classiche modificate  e riadattate ai giorni nostri, con personaggi o oggetti contemporanei; si tratta di Blase, un artista francese nato nel 1980.
I poster inusuali, citati prima, dunque l’arte di Balse è facilmente comprensibile con il termine ”pittore hacker” da lui usato nella sua biografia Facebook, dove poi spiega anche i suoi inizi e il perché delle sue opere:
” dopo aver studiato storia dell’arte, è appassionato delle tecniche dei vecchi maestri e della loro pratica. Trovando la sua ispirazione sui mercatini delle pulci raccoglie i dipinti di piccoli padroni dimenticati e spesso pietosi, Blase decide di recuperarli per salvarli meglio, dando loro un senso nuovo e decisamente moderno.
Un’idea lo diverte: tra qualche decennio, gli storici della domenica troveranno probabilmente teorie fumose per cercare di spiegare i suoi dipinti.”

I poster in giro per la città partenopea sono stati affissi alla fine di ottobre, quando l’artista si trovava in città in occasione di una sua mostra presso showdesk: Non conforme all’originale (clicca qui) e come i tanti artisti che passano per Napoli, anche Blase sembra essere rimasto ”sott’ a botta mpussiunat” tanto da aver postato sul suo sito:

” Mama Mia !
I have been invited in an artist residency during 3 weeks in Napoli thanks to showdesknapoli hosted by superotium
I made some unusual works at that occasion, and will invades walls and of this city in coming weeks.”

 

Flâneur

Dan Carrano

Article published by

Flâneur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *