ArteStreetart

CURA ‘E PAUR: ZEUS40 AL PARCO DEI MURALES

Posted on in Arte · Streetart

” Cura ‘e paure cu mille culure ” recita la canzone Kevlar dei 24 Grana, un’espressione che calza a pennello con quanto fatto a Ponticelli, nel Parco dei Murales, da INWARD Osservatorio sulle Creatività Urbana: un progetto di riqualificazione urbana e rigenerazione artistica iniziato 3 anni fa attraverso una prima opera realizzata da Jorit. Dal 2015 ad oggi sono state realizzate 8 grandi facciate, fra cui l’ultima, proprio in questo mese da Zeus40.
Per chi non lo conoscesse, quest’ultimo nasce a Napoli nel 1980 e rappresenta uno dei writers più importanti in terra campana. Nel 2014 è stato uno dei protagonisti del documentario “Naples, L’absurde et la grace” per l’emittente francese France3 ed è membro dell’associazione “Bereshit”, con cui realizza interventi di ripristino urbano ed organizza corsi e workshop di writing all’interno di scuole e per enti pubblici.

La sua nuova opera prende il nome dal verso sopra citato dei 24 Grana ed attraverso colori chiari e freschi che delineano delle silhouette crea una famiglia ideale, la famiglia del Parco dei Murales, prendendo ognuno dei suoi componenti da una delle quattro grandi palazzine. Perché è a tutte le 160 famiglie del Parco che Zeus40vuole dire (ed INWARD con lui) di avere cura di quanto è stato fatto insieme, delle otto opere e degli otto valori, della piccola grande rivoluzione di questi ultimi tre anni tra riqualificazione artistica e rigenerazione sociale.

Cura ‘e Paur è stata realizzata grazie ad una raccolta fondi avviata lo scorso inverno sulla piattaforma Meridonare.

Arrow
Arrow
Slider

Flâneur

Dan Carrano

Article published by

Flâneur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *