ArteOpinioniSPOTTEDStreetart

SPOTTED: JDLSTREETART

Posted on in Arte · Opinioni · SPOTTED · Streetart

Judith De Leeuw aka JDLstreetart è una giovanissima street artist nata e cresciuta ad Amsterdam, ha iniziato a disegnare e ad utilizzare spray sui muri all’età di quindici anni, nel 2015 ha ricevuto la sua prima commissione e l’anno dopo si è laureata in arte e design. Adesso, che di anni ne ha ventidue, ha già firmato tanti bei murales in tutto il mondo oltre ad aver vinto nel 2017 il Dutch street art awards per la categoria Young Talent.

Appassionata di Realismo e Espressionismo, nei suoi murales, tutti in bianco e nero, punta non solo a realizzare un disegno che rispecchi a pieno i dettami artistici delle sue categorie di riferimento ma, come essa stessa sostiene, il suo obiettivo è quello di raccontare una storia. Come nel caso del suo murales più famoso, il tributo a Amy Winehouse, in cui ha cercato di ritrarre la famosa cantante nella maniera più vera possibile facendo traspirare dal volto tutta la tristezza e la depressione che attanagliavano una delle voci più belle mai esistite

“…Because i feel like black and white expresses more feeling for me then color.” Queste parole, invece, rilevano il motivo per cui, come si può intuire, Judith preferisce utilizzare solo il bianco e il nero. Una questione, dunque, di espressioni, stati d’animo, emotività. Ma nei lavori della giovane artista c’è spazio anche per la critica alla società moderna, capitalista e industriale. È il caso della sua opera in cui rivisita il racconto dell’espulsione dal paradiso di Adamo ed Eva in cui il primo è rappresentato con il logo della Apple sul petto mentre Eva “indossa” un serpente come se fosse una pelliccia con un paesaggio industriale che fa da sfondo.

Nello slide show altre foto dei murales di Judith De Leeuw.
Tutte le foto sono state prese dalla pagina Facebook JDLstreetart

Arrow
Arrow
Slider

Appassionato di street art e musica elettronica, amante di Napoli e del Napoli.

Scrivo per dare voce alla cultura.

Alessandro Canonico

Article published by

Appassionato di street art e musica elettronica, amante di Napoli e del Napoli. Scrivo per dare voce alla cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *