Musica

L’HIP HOP É VIVO NEGLI OCCHI DEI BAMBINI

Posted on in Musica
In modo errato parlando di Hip Hop oggi ci si è ritrovati a parlare di classifiche, dischi d’oro, visualizzazioni comprate  ed instagram stories, quasi come se fossero quest’ultime le nuove discipline di questa cultura. Non che si stesse meglio quando si stava peggio, ma oggi ci ritroviamo ad assistere ad una sovrapproduzione di musica e contenuti che va più veloce della realtà annebbiandoci la vista ed offuscando la memoria. 
Sia chiaro, siamo nell’era digitale e queste nuove 4 ”discipline” vanno anche bene, se prese alla leggera e soprattutto distinguendole dalla realtà, dalle emozioni e della storia di una cultura.

Agli inizi di Novembre si è svolto lo Street Vibez a Napoli, non una jam come il nome potrebbe suggerire, ma un battle di danza in cui per la prima volta in città si sono sfidati dei bambini, under 11! 
Vedendoli ballare, competere ed emozionare non si può non rendersi conto di quanto in realtà lo spirito primordiale di questa cultura sia vivo e vegeto !
Si è trattata precisamente di una battle di stand up dance e come in molti sapranno ci si sfida a ritmo di musica, dall’hip hop all’house, mostrano le proprie skills, ma anche la propria attitudine che nonostante la giovane età in molti non è mancata, sia singolarmente che come crew !  

La battle non si è concentrata solo sugli under 11, si sono sfidati anche ragazzi di categorie maggiori, ma vedere soprattutto negli occhi dei primi la voglia di mettersi in gioco e l’entusiasmo poi durante la premiazione (per il 1° posto un corso di danza per migliorarsi) fa ben sperare ma soprattutto fa riflettere su quanto oggi questa sovrapproduzione di musica e contenuti sia superflua davanti a tutto ciò.

C’è bisogno di eventi del genere, migliorandoli appuntamento dopo appuntamento, per accrescere uno spirito ed un’attitudine, fra competizione ed aggregazione; dopodiché  ben vengano le instagram stories e tutto il resto!

Dan Carrano

Flâneur

Dan Carrano

Article published by

Flâneur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *