MusicaSPOTTED

SPOTTED: YOMBE

Posted on in Musica · SPOTTED

Alfredo Maddalulo e Cyen sono due artisti italiani nati entrambi all’ombra del Vesuvio ma che, sempre insieme, sia musicalmente che nella vita, nel 2015 sono emigrati in quel di Milano per dare vita ad un nuovo progetto musicale tutto loro (prima facevano parte dei Fitness Forever) gli Yombe.

artwork: Kermitxyz

Prima di parlare della loro breve, ma di alta qualitativamente parlando, carriera musicale c’è da fare una piccola premessa. Il duo è italiano ma come ci suggerisce per certi versi l’origine del loro nome e per come si pongono sia stilisticamente sia, soprattutto, musicalmente gli Yombe meritano una visione più ampia inserita in un contesto prettamente internazionale. Il nome, appunto, deriva da un’omonima comunità Africana conosciuta per essere composta prevalentemente da artigiani capaci di creare particolari statue intagliate nel legno che nascondono diversi significati. L’incontro con questa cultura è avvenuto proprio a Milano nel 2015 durante una mostra dedicata all’arte della tribù africana che ha letteralmente folgorato i due ragazzi tanto da utilizzare il loro nome come nome della loro band.

L’influenza Africana non si limita però solo al nome ma lo si avverte anche nelle basi prodotte da Alfredo un insieme di percussioni che richiamano suoni tribali che allo stesso tempo si miscelano alla perfezione con l’utilizzo di tastiere che contribuiscono all’impronta internazionale del duo. Un aspetto, quello dell’internazionalità, consolidato dalla voce soul di Cyen. Ciò è possibile constatarlo soprattutto nei primi tre pezzi, Later On, Vulkaan e Drama, che fanno parte del loro primo disco uscito in CD e vinile per Carosello Records nel 2016, che prende il nome di EP e prevede, inoltre, in totale cinque pezzi. I restanti due, SDIMS e Phemba, nonostante l’ultima traccia prenda il nome proprio da una statua creata dagli Yombe africani, rappresentano appieno una duttilità musicale che gli ha permesso di creare un pezzo che in un contesto di club ci sta alla perfezione (SDIMS) e un altro con un carattere essenzialmente R’n’B (Phemba).

GOOOD è il loro ultimo album uscito pochi giorni fa, il 24 novembre, sempre per Carosello Records e rappresenta ancora la versalità del duo che questa volta si avvicina verso un espressione della loro identità più in chiave electro-pop con svariate contaminazioni e inoltre alla voce di Cyen si aggiunge anche quella di Alfredo come in Tonight e My Veins Are Roads. L’insieme formato da nove tracce (quattro delle quali da contare più come intramezzi tra le tracce vere e proprie) perde il composto di suoni tribali appartenente alle uscite precedenti per guadagnarne in suoni moderni e con varie influenze come quella house di A Secret formata da un’insistente linea di bassi. Per il resto dei brani alle influenze R’n’B e Soul che condizionano diversi pezzi come Fighter e Nothing New To Me si aggiungono sfumature Hip-Hop percepibili in Tonight e My Veins Are Roads.

A dimostrazione della loro qualità c’è da tener conto anche che il loro primo EP è stato presentato in anteprima da Complex e che Ghemon (ma non solo) ha scelto loro per aprire alcune sue date del tour per l’uscita dell’album Mezzanotte.

Alessandro Canonico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *