Musica

2° VESUVIO’S GROOVE FEST: UNA GIORNATA DA UN TRAMONTO SPECIALE

Posted on in Musica
Un tramonto che parte dall’arancione e sfocia poi nel rosa è la sintesi perfetta di questa 2ª edizione del Vesuvio’s Groove Fest, tenutasi il 3 Luglio. 

Tra un esame ed un altro all’università, in attesa di andare in vacanza, una giornata in piscina con una lineup supervaria, con ogni tipo di musica è la pace. Si è trattato solo di musica, senza stare li ad etichettarla in generi, solo vibrazioni positive che servono sempre. 

Questa volta il cielo è libero, niente nuvole ad ostacolare i raggi caldi del sole rendendo così ancora più piacevoli le birre fredde e i drink. L’attesa dei live serali viene riempita da un continuo alternarsi di dj set, ognuno con il proprio stile e la propria musica da proporre, piacevolmente interrotti dalla performance dei The Black Sand Boys che all’ombra del Vesuvio presentano il loro nuovo EP “The Black Sand“. Al calar del sole tocca a Ciccio Sciò, che riesce a trasmette sempre di più la sua passione per la musica ed è quindi accompagnati dai suoi vinili che inizia la serata vera e propria. Con il sole ormai tramontato da un po’ è il turno di Pepp-Oh, è lui con la sua voce e il suo cuore ad aprire le danze. Segue poi la selecta di Ekspo per poi arrivare ad Oyoshe e a tutta la adrenalina che riesce a mettere nei pezzi come sul palco. Il palco è caldo, il pubblico anche, arrivano dunque i Colle Der Fomento, la ciliegina sulla torta, sono la storia dell’hiphop e anche sul palco lo dimostrano. 

A fare da cornice a tutto ciò i writers, il beer pong, l’area marketing, noi di Escape e la mostra fotografica offerta da Odissea e dall’Arciragazzi di Portici. 


The Black Sand Boy
Ciccio Sciò
Peep-Oh
Ekspo
Oyoshe
Colle Der Fomento 
Colle Der Fomento
Dan Carrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *