ArteIllustrazioniSPOTTED

SPOTTED: PIET PARRA

Posted on in Arte · Illustrazioni · SPOTTED

”Spotted!” è la nostra nuova rubrica mensile in cui individuiamo i personaggi più eclettici e interessanti del nostro tempo che meritano di essere seguiti.

Piet Parra è un artista tedesco nato nel 1976 che ora vive e lavora ad Amsterdam. Piet Parra non è il suo nome originale però, in realtà si chiama Pieter Janssen. Piet, dunque, è il diminutivo di Pieter e Parra invece, è il suo soprannome che gli è stato attribuito da Guillaume “Gee” Schmidt uno dei fondatori di Patta (rinomato store olandese attivo dal 2004 e uno dei più conosciuti brand streetwear del momento). Da dove è uscito? Gee era molto attivo nella vita notturna di Amsterdam e Parra era solito chiedergli di inserirlo nella lista degli ospiti delle feste, allora Gee, all’ennesima chiamata di Parra, esasperato rispose così: “Stop acting parra, Piet!” e da lì Pieter Janssen è diventato per tutti Parra.

Il soprannome con il quale si fa chiamare non è la sua unica particolarità. Parra è infatti un personaggio molto eclettico ed è da apprezzare sia per le sue qualità artistiche, ma soprattutto per il fatto che non si limita al solo campo specifico dell’arte ma spazia anche nella musica (fa parte del gruppo di musica olandese Le Le di cui è illustratore) nella moda ed è anche un apprezzatissimo skater e proprietario di Tired Skateboards.

Se provassimo a collocare l’arte di Parra in una precisa categoria probabilmente non ci riusciremo, per il semplice fatto che nel corso della sua carriera artistica Parra ha dato vita ad un arte molto soggettiva, riconoscibile anche da chilometri di distanza, caratterizzata dall’uso di colori saturi e da personaggi surreali, degli ibridi tra umani e animali, prediligendo inoltre, varie tecniche come il disegno, la pittura ma anche la scultura. Tutto ciò gli ha permesso di diventare un artista ormai riconosciuto in tutto il mondo e lo dimostra il fatto di aver esibito i suoi lavori nelle gallerie delle più importanti città del mondo come Los Angeles, New York, Milano, Tokyo, Berlino e Parigi. Come detto, Parra non si è limitato a lavorare solo nel mondo dell’arte ma anche in quello della moda, è infatti il creatore del brand byParra e nel corso degli anni (nasce nei primi anni 2000) riesce a ritagliarsi il suo spazio anche nel mondo dello streetwear collezionando collaborazioni importanti, soprattutto per quanto riguarda le sneakers, come quella con Nike nel 2005 che ha dato vita alla Nike x Parra Air Max 1 Amsterdam. Le sue collezioni comprendono maglie, felpe, cappelli, giubbotti e non solo, tutti caratterizzati da personaggi disegnati da lui, come Rustico The Great un misto tra uomo e uccello introdotto nella collezione Le Collection Noir del 2006 che lo ha reso famoso al pubblico, o da scritte fatte a mano da lui stesso. Per la primavera 2016 ha lanciato la collezione In Your Detached World, in parte ancora acquistabile sul sito byparra.com. Quindi, chiamarlo semplicemente artista è abbastanza riduttivo, è uno che lavora a 360° sfornando sempre prodotti di qualità. Ecco perché è entrato di diritto nella nostra lista di personaggi da seguire e che di conseguenza vi consigliamo.

Nike x Parra Air Max 1 Amsterdam
don’t go, 2014
vaso di culo, 2013

Alessandro Canonico

Appassionato di street art e musica elettronica, amante di Napoli e del Napoli.

Scrivo per dare voce alla cultura.

Alessandro Canonico

Article published by

Appassionato di street art e musica elettronica, amante di Napoli e del Napoli. Scrivo per dare voce alla cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *