ArteStreetart

SVELATA L’IDENTITÀ DI BANKSY, ERA NECESSARIO SAPERLO?

Posted on in Arte · Streetart

Utilizzando la tecnologia della localizzazione geografica studiosi della Queen Mary University di Londra avrebbero svelato la vera identità dello streetartist più famoso al mondo, Banksy. Secondo gli studi fatti si tratterebbe del quarantaduenne Robin Gunningham, nome non nuovo in questa storia dato che venne già accostato all’identità di Banksy nel 2008 dal Mail on Sunday, senza però prove efficaci. 
Partendo dall’analisi di 140 luoghi in cui era certa la presenza dell’artista (testimoniata da opere) sono stati individuate una serie di corrispondenze fra i due soggetti. 
Lo studio sembra essere vero; Steve Le Comber, uno degli autori dell’indagine, dichiara ”Sarei sorpreso se non fosse così”. 

Ed ora? Cambierà qualcosa?

Ammesso sia vero il risultato di questi studi, quanto realmente è importante conoscere l’identità di un artista? 
Banksy, nascondendo la sua identità, ha preferito dare importanza ai contenuti della sua arte. La curiosità di associare un volto a delle opere è tanta e ringraziamo la Queen Mary Univeristy, ma in fondo un volto vale l’altro e il fascino di Banksy sta anche nella sua incognita. 
Meglio pensare all’arte e non all’immagine, come ci insegna lui.

Banksy a Bristol, foto di Dan Carrano (2012)

Dan Carrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *