Musica

THE LIFE OF PABLO, KANYE WEST È INCASINATO

Posted on in Musica

Il 14 Febbraio usciva The Life Of Pablo, ultimo lavoro di Kanye West.
L’album ha cambiato spesso nome e  solo a pochi giorni dalla presentazione Kanye ha preso una decisone ispirandosi a San Paolo. L’album è stato presentato al pubblico l’11 Febbraio al Madison Square Garden di New York in concomitanza con la Yeezy Season 3.
Questa ultima (probabilmente) è la collezione migliore fatta fin ora. L’estetica scelta resta invariata, ma rispetto alla Season 2 qualche novità significativa c’è; le yeezy boost hanno subito un restyling significativo, le giacche diventano sempre più oversize ed i pantaloni assumono uno stile da motocross. La vera novità dovrebbe esserci nei prezzi, o almeno così è stato detto. Qui sotto una gif tutti gli outfit della Yeezy Season 3.

Per quanto riguarda The Life Of Pablo bisogna dire che è un album con un sound pazzesco. L’album, composto da 18 tracce, inizia con un suono gospel per prendere poi altre infinite direzioni. Le produzioni sono caratterizzate, come sempre, da molti sample (anche uno italiano – Il Rovescio della Medaglia con “Mi Sono Svegliato E… Ho Chiuso Gli Occhi” – nel brano con Rihanna) accostati a sonorità elettroniche in continua evoluzione. 
Le liriche però lasciano un pò a desiderare; ci si chiede infatti quale sia il messaggio del rapper di Chicago. Dopo aver annunciato la sua candidatura alle presidenziali del 2020 ci si aspetta un Kanye maturo, un Kanye che possa parlare di temi sociali, ma invece no. Kanye parla del suo ego, di aver reso famosa Taylor Swift, di poter essere amico di Ray J (peccato non sia ricco quanto Ye), immagina un incontro di Maria e Giuseppe in discoteca, insomma argomenti di un certo peso; pochi sono i brani invece in cui Kanye da spazio ai suoi sentimenti (come in FML, Real Friends). 
Kanye West è incasinato, come l’album, Kanye West vuole creare, ha mille idee in testa e probabilmente non riesce a starci al passo o invece ne ha poche e confuse. 

Il Kanye di TLOP è un Kanye che si sente perseguitato, da se stesso, come San Paolo dai romani, ecco il perché del nome dell’album. Tutto ciò lo si nota sopratutto nelle sonorità mai monotone, in continua evoluzione, e viene rappresentato, perfettamente, dalla copertina dell’album con la ripetizione affannosa del nome dello stesso. La realizzazione di questa ultima è stata affidata a Peter Potter il quale si è ispirato ad un video promozionale dei Joywave, band indie-rock statunitense. 
L’album intero si potrebbe sintetizzare nella skit I Love Kanye, se il soggetto è confuso è normale poi parli solo di se. 

The Life of Pablo a detta di Kanye è uno dei miglior album di tutti i tempi, probabilmente si, probabilmente no, il tempo ci darà la risposta. È un ottimo album, che punta alla lode ma che per noi non ci arriva. 
Lo potete ascoltare solo su Tidal, Kanye ha twittato che non sarà mai su Apple Music. 

Copertina alternativa 

Dan Carrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *