ArteStreetart

BANKSY DENUNCIA GLI SCONTRI DI CALAIS

Posted on in Arte · Streetart

Banksy è tornato, ed è ri-tornato a trattare, con la sua arte, la vicenda del campo profughi di Calais. Infatti, dopo il murales di Steve Jobs (maggiori dettagli qui), ha realizzato un nuovo murales, sul retro dell’ambasciata francese a Londra, che rappresenta una ragazza ispirata a Cosette protagonista del celebre romanzo “Les Miserables” di Victor Hugo, con le lacrime agli occhi, a causa del gas lacrimogeno che fuoriesce dalla latta di gas CS, disegnata in basso. A fare da sfondo, la bandiera della Francia.

Banksy, fa riferimento e denuncia gli scontri del 5 e 6 Gennaio avvenuti tra i profughi di Calais e la polizia francese in cui, quest’ultima, intenta a smantellare parte del campo (Denominato “The Jungle”, per le condizioni in cui vivono i profughi) ha utilizzato gas lacrimogeni, appunto, oltre che proiettili di gomma e granate a concussione contro gli stessi profughi.

Per la prima volta, l’artista, ha, inoltre, incluso nel suo lavoro un QR code, che una volta inquadrato riporta a un video su youtube della due giorni di scontri a Calais.

Potete vedere il video in questione cliccando qui



Alessandro Canonico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *