ArteStreetart

BANKSY: DALLE ORIGINI ALLA BUFALA DELL’ARRESTO

Posted on in Arte · Streetart

In questo articolo cercheremo di parlarvi di Banksy, come facemmo con Shepard Fairey meglio conosciuto come Obey, dalle origini fino ad oggi. 
Pochi giorni fa, sul web è iniziata a diffondersi la notizia dell’arresto del noto street artist inglese Banksy; il National Report che ha diffuso la notizia rivelava anche la sua presunta identità. Dopo lo scalpore iniziale la notizia si è rivelata falsa. Banksy è ancora a piede libero e noi non possiamo che gioire, cosa che non possono fare le autorità che da anni cercano di acchiapparlo. 
L’identità di Banksy è ignota,  l’unica cosa quasi certa è il luogo di nascita. Si suppone che la sua città natale sia Bristol, in Inghilterra in quanto è proprio a Bristol che comincia a diffondere le sue opere. Agli inizi Banksy si fece notare grazie ai suoi Rats, stencil raffiguranti topi intenti alle più svariate azioni. I Rats oltre ad invadere Bristol hanno invaso anche città come Londra, New York e la nostra Napoli.

Banksy – Rats
Banksy – Rats 
Banksy – Rats (Napoli)
Poche ore dopo la falsa notizia del suo arresto sul sito di Banksy, la sua unica fonte ufficiale, è stato pubblicato il suo ultimo lavoro Girl with a pierced eardum, che rappresenta La ragazza con l’orecchino di perla dell’olandese Vermeer con una centralina al posto dell’orecchino. Sempre nella sua città pochi mesi prima apparve Lovers Mobile, opera di cui già ne abbiamo parlato (clicca qui).
Banksy – Girl with a pierced eardum
La sua città natale ha reso onore all’artista chiedendogli di collaborare con il museo della città, il Bristol Museum. Banksy ha fatto poi anche altre esposizioni in America. 
Banksy – Home Sweet Home
Banksy

La sua ultima campagna Better Out Than In che si è svolta a New York racchiude le opere più recenti dell’artista. Dopo questa campagna è stato annunciato un documentario realizzato dal canale HBO,  clicca qui per altre informazioni.

Banksy – Ghetto 4 Life (NY)
Banksy (NY)
Banksy (NY)
Banksy (NY)
Banksy (NY)
Oltre alla strada, lo street-artist inglese ha debuttato anche al cinema e in televisione. Nel 2010 è l’autore della sigla di una puntata dei Simpson ed è protagonista del documentario Exit Through the Gift Shop uscito nello stesso anno. Orgogliosamente ricordiamo anche l’approdo di Banksy nella nostra città, Napoli, approdo di cui già ve ne abbiamo parlato in questo articolo.  Sul nostro blog vi abbiamo anche parlato delle opere di Banksy in Cisgiordania (clicca qui).

Di seguito un mix delle sue opere più celebri. 

Banksy
Banksy
Banksy 
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
Banksy
In conclusione ringraziamo Banksy per aver fatto conoscere e apprezzare la street art ad un numero sempre maggiore di persone, e ci auguriamo che anche chi non ritiene la ritiene un’arte che possa uscire da ridicoli pregiudizi e relazionarsi ad essa in maniera più obbiettiva. Chi è interessato all’approfondimento di questo artista può leggere Wall and Piace e You Are An Acceptable Level of Threat, libri ufficiali dell’artista.

Alessandro Canonico & DNL47

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *