ArteStreetart

NAPOLI ED UNA DELLE SUE MILLE FACCE: LA STREET ART (parte 3ª)

Posted on in Arte · Streetart

L’arte nell’area partenopea è in continuo aumento, Napoli ispira sempre grandissimi artisti e questi la ringraziano rendondola ancora più bella; nei post precedenti abbiamo visto i padri della Street Art Napoletana, Cyop & Kaf, sempre attivi in città come in provincia,artisti internazionali che hanno lasciato un segno nella città partenopea, primo su tutti: Banksy.

Cyop & Kaf
@Parco Don Gallo, Soccavo(NA).

La Street Art nella nostra città va oltre il centro storico e le zone più frequentate. L’arte urbana nasce per strada e nelle periferie; passando per Gianturco vi sarà capitato di apprezzare le opere di un altro King della street art: Zolta. Quest’ultimo come Diego Miedo,Cyop & Kaf è stato uno dei primi ad abbellire i tristi muri della periferia,dei ”vicarielli” del centro storico e non solo.

Disegno a sinistra: Cristina Portolano disegno a destra: Zolta
Zolta
Zolta
Anche nella periferia, nella Napoli Nord, l’arte rappresenta l’evasione, l’evasione da una realtà sempre più corrotta e di degrado. Sotto le foto del ”Cardillo di Scampia” e del manifesto ”Stato di Degrado”; due delle opere più significative della street art di Scampia. 
 
The Cardillo of Scampia
@Scampia,Napoli.
Stato di Degrado
@Scampia,Napoli.


 Prima parte. 

 Seconda parte.

DNL47

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *